In/contro alla povertà educativa

1

Il tema della povertà educativa, i NEET e la dispersione scolastica sono temi caldi e trasversali: negli ultimi due anni, complice la crisi, i giovani fra i 18 e i 24 anni che hanno abbandonato la scuola prima del traguardo finale sono tornati a crescere attestandosi sopra il 14 per cento.

L’impresa sociale Con i Bambini è stata costituita nel 2016, una società senza scopo di lucro che ha per oggetto l’attuazione dei programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che è destinato “al sostegno di interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori”. Il Fondo è nato da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri – tra cui Fondazione Carispezia – il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo.

 Con i Bambini, attraverso i primi bandi ha selezionato 270 progetti per contrastare il fenomeno della povertà educativa minorile in Italia. Gli interventi coinvolgeranno oltre 400 mila bambini e ragazzi, insieme alle loro famiglie, che vivono in condizione di disagio, mettendo in rete 6.500 organizzazioni tra terzo settore, mondo della scuola, università e altri enti.

Il progetto "Facciamo GOL Insieme", progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, presentato dalla Cooperativa Lindbergh (Capofila) è stato selezionato come unico progetto in Provincia e fra i 3 soli in Liguria.

La proposta progettuale è localizzata nella Provincia della Spezia ed è finalizzata a prevenire e contrastare la dispersione scolastica e la povertà educativa supportando i giovani nella fase di passaggio tra la scuola media inferiore e quella superiore e nello sviluppo delle potenzialità intellettive e sociali. Nello specifico, sono stati e saranno realizzati interventi sia di sostegno didattico, individuale e di gruppo, volti a migliorare l’apprendimento curriculare dei ragazzi, sia di sostegno psico-educativo e di mediazione dei conflitti.

Sono state avviate attività extracurriculari per supportare i ragazzi nel trovare motivazione ed interesse alla frequenza scolastica attraverso gruppi di studio pomeridiani (doposcuola), attività sportive, laboratori espressivi e attività di conoscenza del territorio.

Altri due temi caldi sono quello dell'accompagnamento dei ragazzi nella fase di scelta e passaggio scolastico attraverso attività di orientamento ed affiancamento e del rafforzamento del ruolo della famiglia attraverso la valorizzazione del dialogo e del confronto.

I destinatari sono i minori a rischio di fuoriuscita dal sistema scolastico e le relative famiglie.

"In un solo anno di lavoro - ci spiega il presidente della Cooperativa Lindbergh, Ciro Picariello- abbiamo coinvolto 16 istituti scolastici, tra scuole medie e superiori tra i partner di progettazione e nuovi interessati, e abbiamo coinvolto circa 640 ragazzi, su 32 classi, senza contare i percorsi di accompagnamento, la formazione per operatori e insegnanti, i laboratori, la mediazione linguistica e i percorsi di mediazione dei conflitti".

La volontà di migliorare e arricchire il lavoro si esprime attraverso il confronto, lo studio, lo scambio. Da qui l’idea di un convegno: il 22 ottobre alle ore 15.00, nella sala conferenze messa a disposizione da Fondazione Carispezia, i referenti del progetto "Facciamo Gol Insieme" incontreranno operatori, partner e esperti del settore, per scambiare idee e buone pratiche.

Per arricchire il dialogo, saranno presenti tre realtà italiane, che presenteranno i loro progetti e metodologie di intervento sui temi della dispersione e delle povertà educative: la Cooperativa la Comunità (Genova) con il progetto "Co.DiC.E", CISV Solidarietà (Moncalieri) con il progetto "Storie Cucite a Mano" e "WELCOME" della Società cooperativa Gemma (Pistoia).

Introduce e modera il dibattito il Dott. Saverio Lucido dell’Ufficio attività istituzionali dell’Impresa Sociale con i Bambini.

Un “In/contro” importante, come titola il convegno, per costruire un sistema integrato che generi processi di empowerment all’interno dei percorsi educativi e favorisca processi virtuosi di integrazione del privato sociale, pubblico, scuola e fondazioni di origine bancaria.

 I progetti sono stati selezionati da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org